Dispensa di storia e filosofia

Questo sito nasce all'inizio 2000 da un'idea di Davide Rapisarda. Contiene numerosi appunti, riassunti e dispense di storia e filosofia, che alleggeriranno il lavoro di moltissimi studenti impegnati nella preparazione dell'esame di maturita' o all'universita'.
Si rivelera' un ottimo compagno di tutti quegli appassioni che velocemente vogliono ricordarsi eventi storici o pensieri filosofici.
Grazie al materiale inviato da molti lettori, il sito e' in costante crescita. I riassunti sono stati suddivisi in capitoli che possono essere raggiunti o tramite link rapidi; oppure cliccando sui pulsanti storia e filosofia per avere maggiori dettagli.
Alla sinistra troverete le nuove sezioni riguardanti tutte le principali civilta' del passato, svariati approfondimenti e moltissimi filosofi che hanno segnato la storia del pensiero e la crescita umana.





I moti rivoluzionari

Neppure le grandi potenze si trovavano tuttavia al riparo dalle sollevazioni liberali e popolari. In particolare, la Francia non aveva dimenticato l'eredità della Rivoluzione e del periodo napoleonico. Qui, per una decina d'anni, Luigi XVIII era riuscito a districarsi fra il vecchio e il nuovo. Pur essendo personalmente un reazionario, il sovrano aveva mantenuto in vigore il Codice di Napoleone e concesso una ridotta Costituzione. Alla sua morte (1824) il successore, Carlo X, volle riprendere in mano la situazione, intervendo duramente contro i liberali. A questo scopo, il 26 luglio 1830, fec...

Le Repubbliche Marinare

Mentre in tutta Italia trionfava il feudalesimo e la sua economia chiusa, alcune città marinare italiane avevano continuato -seppure in misura ridotta- a trafficare con l'Oriente. Le città marinare italiane e in particolar modo Amalfi, Venezia, Genova e Pisa apparvero a tutta l'Europa come il tramite più efficiente tra l'entroterra continentale e il Mediterraneo arabo e bizantino. Traendo la sua libertà e la sua prosperità dalla navigazione e dai traffici, Amalfi si affermò come repubblica indipendente nell'XI secolo: era retta da un duca indipendente, eletto dal parlamento generale...

I primi stati Cinese ed Indiano

Nel corso del III secolo si erano imposti in Cina due principati, il Qin e il Chou, che vennero all'inevitabile conflitto nel 311 a. C. Lo scontro finale tra le due potenze fu differito di molti decenni: nel 246 a. C. salì al trono di Chin Cheng. La giovane età del re (aveva solo tredici anni) ritardò lo scontro finale fino al 230 a. C., anno in cui iniziò l'offensiva conquistando le regioni dell'Honan, lo Shansi e l'Hopei. Nel 221 a. C., in occasione della capitolazione definitiva dello Shantung, il Chou perdette la guerra che si trascinava dal secolo precedente. Cheng assunse il titolo ...

Romani: l'impero e la diffusione del cristianesimo

La dinastia dei Severi Alla morte di Commodo gli succedette per breve tempo il generale Elvio Pertinace, eletto dal senato. I pretoriani lo assassinarono e offrirono il regno al miglior offerente, il senatore Didio Giuliano, fino a quando l'esercito stanziato sul Danubio proclamò imperatore il comandante Settimio Severo. Questi, in guerra contro i Parti, conquistò Ctesifonte e ricostituì la provincia di Mesopotamia (199-202).Per risanare la crisi economica interna, centralizzò il sistema delle corporazioni, controllate direttamente dallo Stato, e dimezzò la quantità di...

Diario della Rivoluzione Francese: 1798

3 Gennaio 1798 *** 14 Nevoso Anno VI

MULHOUSE:
- Gli abitanti votano a favore di una riunificazione alla Francia.


5 Gennaio 1798 *** 16 Nevoso Anno VI

I CONSIGLI:
- Legge che prevede un prestito di 80 milioni di franchi per la preparazione di uno sbarco in Inghilterra.


11 Gennaio 1798 *** 22 Nevoso Anno VI

IL DRETTORIO:
- In seguito all'assassinio del Generale Duphot, viene ordinato al Generale Berthier, comandante dell'armata d'Italia,...