‘ rinascimento’

Tommaso Campanella

Tommaso Campanella (1568-1639), nato a Stilo in Calabria, fu con Giordano Bruno il più grande filosofo del Rinascimento.
Compì i suoi studi nell’Accademia Cosentina, ove ap­prese con entusiasmo il naturalismo di Telesio; apparten­ne come Bruno all’Ordine domenicano, ma, accusato di cospirare contro il governo spagnolo, fu detenuto per ben 27 anni in carcere, ove scrisse la maggior parte delle sue opere.
Uscito dal carcere nel 1626, riparò in Francia, ove ri­cevette aiuti dal Richelieu, e morì a Napoli.
Scrisse il De sensu rerum, la ...

Bernardino Telesio

Bernardino Telesio (1500-1588), nato a Cosenza (ove fondò un’Accademia per lo studio delle scienze naturali), detto da Bacone «il primo degli uomini nuovi», rompe con Aristotele e con la Scolastica in modo radicale e rivoluzionario, elaborando il primo sistema rigorosamente naturalistico.
Ciò è palese nel titolo stesso della sua opera maggiore, De rerum natura iuxta propria principia, cioè studio del­la natura secondo principi ricavati dalla natura medesi­ma, indipendentemente da ogni autorità o forza sopran­naturale ed occulta.

<...

Nicolò Copernico

Nicolò Copernico (1473-1543), na­to a Thorn, in Polonia, è il famoso sostenitore del siste­ma eliocentrico, che venne ad eliminare il contrasto aristotelico tra regione celeste e regione terrena.
Scrisse il De revolutionibus orbium caelestium, con de­dica al pontefice Paolo III; la prima copia stampata gli fu recata sul letto di morte.

Pensiero

  1. Per giungere alla sua riforma, Copernico parte da due principi fondamentali.
    Uno è quello aristotelico-scolastico della semplicità della natura, in base al quale egli...

Leonardo Da Vinci

Leonardo da Vinci (1452-1519), uno dei massimi ingegni che siano mai esi­stiti, fu il primo grande filosofo e scienziato naturalista.

Pensiero

  1. Leonardo, come filosofo, non scrisse di proposito dei trattati filosofici, ma nei suoi numerosi scritti si trovano sparsi dei pensieri filosofici, che, riuniti insieme, costituiscono un vero e proprio sistema.
  2. Egli disprezza il pregiudizio umanistico che vedeva nell’antichità classica la base della speculazione filosofi­ca, e afferma che solo l’esperienza è la r...

Giordano Bruno

Vita e opere

Giordano Bruno (1548-1600), nato a Nola, fu il più grande filosofo del Rinascimento, che, mentre assomma e compendia il lavoro dei predecessori (Talesio, Copernico, Cusano, Lullo, ect., oltre vaste tracce di neoplatonismo, stoicismo, eraclitismo), contiene i motivi principali della filosofia moderna (cfr. Spinoza, Shelling, Hegel, ect.).
Entrò assai giovane nell’Ordine domenicano, ma ne uscì presto per l’incompatibilità delle sue dottrine.
Andò peregrinando per la Svizzera, la Francia, l’Inghilterra, la Germania, finchè fu a...