L’Imperialismo e i grandi Imperi coloniali

Nella fase storica che stiamo considerando giunse a maturazione un fenomeno secolare, che aveva avuto il suo inizio subito dopo le scoperte geografiche, nel XVI secolo: la conquista coloniale del mondo. Tale fenomeno è chiamato usualmente imperialismo. Rispetto al colonialismo, l’imperialismo presentò alcuni caratteri nuovi: in primo luogo, si trattò di una conquista militare e politica che ebbe come protagonisti gli stati, mentre il colonialismo tradizionale era affidato all’iniziativa di compagnie commerciali o di privati.
Da un lato vi erano le cosiddette colonie di popolamento: territori dei quali gli europei si impossessavano per insediarvisi. C’erano poi le colonie di sfruttamento: essi servivano a rifornire la madrepatria di materie prime delle quali non disponeva. In questi casi la popolazione indigena non veniva scacciata dalle proprie terre, ma fatta lavorare a beneficio dei colonizzatori. Tali furono le colonie della seconda metà dell’Ottocento. Vi furono tuttavia anche altre motivazioni assai sentite dall’opinione pubblica.
Motivazioni economiche: i territori coloniali rappresentavano certamente marcti di sbocco per le merci, fonte di materie prime a basso costo, luoghi in cui investire capitali in eccesso. Motivazioni politiche: di politica estera innanzitutto, perchè la conquista di sempre più estese colonie significava affermazione di prestigio internazionale. Ma anche motivazioni di politica interna, fu un modo per scaricare all’esterno le sempre più forti tensioni sociali e per conquistare consenso alle classi dirigenti. Motivazioni culturali: fu legato a una concezione per meta umanitaria e per metà razzista che sottolineava come compito dell’uomo bianco, superiore e più evoluto, fosse quello di civilizzare le altre popolazioni. Date importanti:
XV secolo: La Guinea Bissau è scoperta dai portoghesi.
1400: Sao Tome e Principe è colonia portoghese.
1402: I castigliani colonizzano le Canaire.
1415: I portoghesi conquistano Ceuta (Marocco).
1432: Il navigatore portoghese Cabral scopre le Azzorre.
1455: I portoghesi scoprono la Gambia.
1460: Il veneziano Alvise Ca’ de Mosto, al servizio del Portogallo, scopre le isole del Capo Verde.
1462: Sierra Leone è scoperta dai portoghesi.
1471: I portoghesi raggiungono le coste del futuro Ghana che essi indicano con il nome di Costa d’Oro. I portoghesi raggiungono le costa del Gabon.
1484: L’Angola è sotto dominio portoghese.
1497: Giovani Caboto, navigatore italiano al servizio dell’Inghilterra compie un viaggio di esplorazione, nel corso del quale scopre Nuova Scozia e Terranova XVI sec.: I portoghesi assumono il controllo delle principali centri costieri del Tanganika. Il Mozambico è dichiarato colonia portoghese. La Malaysia e lo Sri Lankaentra nella sfera del dominio portoghese. Gli spagnoli intraprendono la conquista della Colombia, abitato dai chibch. Nelle Guyane vengono creati insediamenti francesi, olandesi e inglesi. La Florida è annessa all’impero spagnolo. La Papua Nuova Guinea è scoperto dai portoghesi. La storia della conquista della Polnesia francese è caratterizzata da una lotta di potere tra Inghilterra e Francia, fino a quando la regina polinesiana Pomarè IV chiese il protettorato della Francia. Dopo un anno tutto l’arcipelago era collegato alla Repubblica francese.
1502: Cristoforo Colombo individua le coste dell’Honduras e il Costa Rica.
1503: I portoghesi fondano il loro impero delle Indie, conquistando Ceylon, Goa, Malacca e Celebes (Indonesia).
1505-1515: Edificazione dell’impero commerciale portoghese: Hormuz, Goa, Ceylon, Malacca.
1507: Baherin è assoggetato al dominio portoghese.
1508: Oman è sotto l’autorità portoghese. Sebastiano Caboto, figlio di Giovanni, al servizio dell’Inghilterra, riprende l’eslorazione dell’America, scoprendo il Labrador e lo stretto di Hudson.
1510: Il Panamà viene colonizzata dalla Spagna. Occupazione di Goa da parte dei portoghesi.
1511: I portoghesi si impadroniscono di Malacca (Malaysia) e dell’Indonesia.
1516: Lo spagnolo Diaz de Solis penetrano nel rio de la Plata.
1518: Barbados viene scoperta dagli spagnoli.
1519: Il navigatore portoghese Ferninando Magellano, alla ricerca di una rotta per la Cina, scopre lo stretto che porterò il suo nome, attraverso il Pacifico e viene ucciso nelle Fillipine.
1521: Baherin è dominio portoghese. Le Fillipine entrano nell’orbitra coloniale della Spagna. Scoperta dagli spagnoli, il Nicaragua viene unito alla Capitaneria del Guatemala.
1523: Popolato da indiani mosquito, l’Honduras viene conquistato da Pedro de Alvarado.
1524: Popolato dai maya-quiche, il Guatemala viene conquistato da Pedro de Alvarado. Il Nicaragua è assoggettato alla Spagna da Hernandez de Cordoba. New Yersey è colonizzata dagli olandesi.
1534: Jacques Cartier prende possesso del Canada nel nome del re di Francia.
1535: Saint Pierre et Miquelon è sotto sovranità francese. Ne prende possesso Jacques Cartier.
1537: I mercanti portoghesi organizzano a Macao una piccola colonia commerciale.
1538: L’Alto Perù, corrispondente all’attuale territorio boliviano è conquistato dagli spagnoli. In Colombia, sulle rovine dell’antica Bacatà viene fondata Santa Fè de Bogotà . Il Guatemala diventa capitaneria generale che dipende dal vicereame del Messico.
1563: Gli spagnoli annettono l’Ecuador al vicereame del Perù.
1565: Le Fillipine passano sotto la sovranità spagnola.
1569: Il Costa Rica diventa colonia spagnola.
1576: In Uruguau, gli spagnoli fondano Montevideo.
1584: La colonia inglese di Virginia è fondata.
1585: Popolato dagli indiani, i gesuiti colonizzano il Paraguay, facendone una provincia separata.
1598: Maurizio è possedimento olandese.
XVII sec.: L’Illinois (USA) e Mississippi sono colonie francesi. Bahamas è colonizzata dagli inglesi. L’Australia è scoperta da navigatori olandesi.
1602: Baherin è sotto dominio persiano.
1606: Scoperte le isole Vanuatu dai portoghesi.
1607: Ha inizio la colonizzazione inglese in USA, mentre i francesi continuano la loro espansione verso il Mississippi.
1620: Giunge nel Massachusetts puritani inglesi (1ma colonia americana).
1627: Barbodos è occupato dagli inglesi.
1630: Connecticut (USA) è colonizzata dagli inglesi.
1634: Coloni cattolici inglesi fondano la colonia americana di Maryland.
1635: Guadalupa è colonizzata dalla Francia.
1638: La nave Sant’Alessio diretta verso le Indie prese possesso di quest’isola deserta in nome del re Luigi XIII.
1642: L’olandese Tasman scopre l’arcipelago neozelandese, abitata da maori.
1646: Oman è sotto l’influenza inglese.
1647: E’ fondata la colonia inglese del Rhode Islands (USA).
1650: Tobago è dominato dai francesi.
1655: La Giamaica viene conquistato dagli inglesi.
1659: I francesi occupano il Senegal.
1661: La Spagna è costretta a riconoscere colonia francese la parte occidentale dell’isola di Hispaniola (Haiti).
1663: Parte dell’attuale territorio canadese è proclamata colonia inglese. Colbert organizza la colonizzazione sistematica della Guyana.
1664: Gli inglesi occupano la Gambia.
1667: La parte occidentale di Haiti diventa francese.
1668: Le Marianne settentrionali vengono annesse alla Spagna.
1674: Pennyslvania (USA) passa sotto la corona inglese. Martinica e Guadalupa diventano colonia francese. XVIII sec.: L’Indiana (USA) è colonizzata dai francesi. Vanuatu è occupato dagli inglesi.
1702: La parte orientale di Haiti diviene francese.
1715: Maurizio diventa possedimento francese.
1718: Le Bahamas passano sotto il dominio inglese.
1720: Coloni spagnoli procedono ad una sistematica occupazione del Texas.
1721: La Groelandia è colonizzata dai danesi.
1722: Le Samoa sono scoperte dai portoghesi.
1732: Georgia (USA) è colonia inglese.
1752: I portoghesi prendono possesso del Mozambico.
1749: Ohio (USA) è colonizzata dai francesi.
1758: In Africa, gli inglesi si impadroniscono del Senegal francese.
1762: Gli Stati Uniti strappa alla Spagna Cuba e Manila nelle Fillipine. Grenada diventa colonia inglese. I francesi cedono Kansas (USA) e Lousiana (USA) agli spagnoli.
1763: Ohio (USA), Illinois (USA) e Mississippi (USA) passano all’Inghilterra. Il Minnesota (USA) entra a far parte del dominio degli inglesi.
1767: I gesuiti vengono espulsi dal Paraguay e le riserve sono abolite. Maurizio passa sotto alla diretta dipendenza della Francia. La Polinesia è colonizzato dalla Francia.
1774: Il Kentucky è colonizzata dagli inglesi. James Cook scopre la Nuova Caledonia.
1768: Il Tennesee è aperto alla colonizzazione francese.
1776: Viene costituita il viceregno della Plata (Argentina e Bolivia).
1778: Il Portogallo cede la Guinea Equatoriale alla Spagna. Il Siam impone la sovranità nel Laos. Il Cile diventa capitaneria generale (possedimento spagnolo).
1781: Il Mississippi è occupato dagli spagnoli.
1783: Baherin è sotto dominio inglese.
1788: Lo sbarco dei primi convinti inglesi a Port Jackson costituisce il primo nucleo della colonia del Nuovo Galles del sud.
1792: Il Nepal entra nella zona d’influenza inglese, entrando a far parte dell’India. Gli spagnoli annettono l’Ecuador e il Panamà al vinceregno di Nuova Grenada.
1797: Le isole Trinidad e Tobago sono conquistate dall’Inghilterra.
1798: L’Indonesia subisce la dominazione olandese.
XVIII: La Gran Bretagna domina sul Gibuti che passa poco poco sotto il suo protettorato. Il Senegal è colonia francese.
XIX sec.: Wallis et Futuna diventano francesi.
1800: I francesi riottenono Kansas e la Lousiana.
1802: Le isole di Trinidad e Tobago diventano britanniche.
1803: La Guyana olandese viene occupato definitivamente dagli inglesi, fatta eccezione per il territorio del Suriname, rimasto all’Olanda.
1803: Il Nebraska è possedimento statunitense.
1808: La Sierra Leone diventa colonia della corona britannica.
1810: Maurizio diventa possedimento inglese.
1816: L’Uruguay è invaso dai portoghesi e annesso al Brasile.
1819: Singapore è sotto dominio inglese.
1828: Gli olandesi occupano la parte occidentale della Papua Nuova Guinea.
1834: Sant’Elena è colonia britannica.
1837: Il sovrano di uno dei principati della regione costiera del Camerun cede un vasto territorio a coloni inglesi. La Guinea è colonizzata dai francesi.
1839: Gli inglesi stabiliscono un protettorato su sud dello Yemen. In Arabia occupazione britannica di Aden e dell’Hadramut.
1841: Il sultano di Mayotte cede l’isola alla Francia.
1844: Il Camerun è protettorato tedesco.
1845: Il Togo è suddivisi tra Francia e Gran Bretagna.
1846: Le tribù dello Swaziland si pongono sotto protettorato inglese.
1847: Fine della conquista francese in Algeria.
1850: La Tunisia e i regni del territorio del Mali (Sudan francese) diventano un protettorato francese.
1851: Gli inglesi occupano Lagos (Nigeria).
1853: La Nuova Caledonia è unita ufficialmente alla Francia. La Gran Bretagna costituisce gli Emirati Arabi Uniti.
1858: L’India è associato alla corona britannica.
1861: In Libano, la Francia ottiene la creazione del Monte Libano, dotato di una certa autonomia. Baherin è sotto protettorato britannico.
1862: In Gibuti inizia il dominio francese.
1863: La Cambogia accetta un protettorato francese.
1865: Il Buthan diventa vassallo dell’India britannica. Il nord di Togo britannico viene integrato nella Costa d’Avorio.
1967: L’amministrazione inglese si estende in tutta la Malaysia. Singapore è sotto il dominio britannico.
1868: I vario centri del Qatar vengono riuniti in un unico stato, legato alla Gran Bretagna. Il Basutoland diventa protettorato britannico.
1869: Il Laos è protettorato francese.
1870: Vanuatu è occupato dai francesi.
1874: In Ghana creazione della colonia britannica della Costa d’Oro.
1878: Cipro passa sotto l’amministrazione inglese.
1879: La Francia completa la conquista del Senegal. La Guinea Bissau diventa portoghese. L’Argentina conquista la Patagonia.
1880: Il territorio della repubblica del Congo è posta sotto protettorato francese.
1881: In Mali inizia l’occupazione francese.
1882: Il Sudan è occupata dalla Gran Bretagna.
1883: Il Madagascar deve accettare il protettorato francese. L’Argentina cede le isola Flokland alla Gran Bretagna.
1884: Il Camerun diventa colonia tedesca e stabilisce un protettorato nel nord-est della Papua Nuova Guinea e nel Togo. La Germania occupa i territori africani del Sud-ovest. La Gran Bretagna occupa il sud-est della Papua Nuova Guinea. Parte della Somalia è occupato dagli inglesi e dai francesi.
1885: La Gran Bretagna occupa vaste regioni in Africa, che prendono il nome di Rhodesia e tra le quali configura anche l’attuale Zimabwe e Botswana. La Gran Bretagna crea vari protettorati in Nigeria. Marshall appartiene alla Germania.
1886: Il Gabon diventa colonia francese. Le Comorre sono protettorato francese. La Cina cede la Birmania alla Gran Bretagna. Occupazione inglese del Kenya.
1887: Il Vietnam viene integrato nell’Indocina francese, fondata dalla Francia. La compagnia britannica dell’Africa orientale inizia a colonizzare le coste del Kenya. Le Maldive diventano protettorato francese. Il Mozambico diventa colonia portoghese. Il sultano di Zanzibar deve cedere alla Gran Bretagna l’amministrazione della fascia costiera del Kenya. La Gran Bretagna colonizza il Malawi.
1888: Brunei è protettorato britannico. Gli inglesi prendono possesso di Nauru.
1889: La Guinea diventa colonia francese. La parte restante della Somalia è occupata dagli italiani.
1890: In Tanzania, viene stabilito il protettorato britannico sulla costa e quello tedesco nell’interno. La Francia occupa il Burkina Faso. La Gran Bretagna ottiene dal re degli ozi il monopolio dell’economia della Zambia. Zanzibar è sotto protettorato inglese.
1890: Formazione della colonia italiana in Eritrea.
1891: Il Congo diventa possedimento francese. Viene creata la colonia italiana dell’Eritrea. Malawi assume lo status di Protettorato britannico.
1892: La Germania si assicura la dominazione della Namibia. La Gran Bretagna stabilisce un protettorato agli Emirati Arabi Uniti.
1893: La Costa d’Avorio e Kerguelen (arcipelago dell’Oceano Indiano) diventano possedimenti francesi. Il Laos è protettorato inglese. Gli arcipelaghi di Salomone sono occupati dagli inglesi.
1894: E’ proclamato protettorato inglese sul regno di Burgunda (in Uganda).
1895: L’amministrazione inglese è estesa all’interno del Kenya. Il Madagascar è sottomesso dalla Francia. La Guinea viene instaurata nel Sudan francese.
1897: Unione del regno di Benin al protettorato britannico di Lagos. Il Burundi è protettorato tedesco.
1898: Gli Stati Uniti impegnano un conflitto con la Spagna e dalla facile vittoria ottennero il controllo delle Fillipine. La Spagna cede Guam agli Stati Uniti. Le due isole di Salomone, Boungainville e Buka sono annesse alla Germania.
1899: Il Sudan diventa condominio anglo-egiziano. La Zambia viene occupato dalla Gran Bretagna. Il Benin è proclamata colonia francese. Togo è occupato da Francia e Inghilterra. Lo sceiccato di Kwait accetta il protettorato inglese. Palau è ceduta dalla Germania all’Inghilterra. Salomone è suddiviso tra la Gran Bretagna e la Germania. La Spagna vende le isole Marianne alla Germania.
1900: L’Inghilterra ottiene il controllo esclusivo sulla Gambia stabilendo una colonia sulla zona costiera e un protettorato nell’interno. Nel Lesotho viene creato il regno di Basutoland. La Francia si impadronisce del Ciad. Le Samoa vengono suddivise fra americani (orientale) e tedeschi (occidentali). Tonga è protettorato inglese. La Spagna cede le Fillipine agli USA.
1902: La Mauritania diventa colonia francese. Lo Swaziland e l’Uganda sono sotto protettorato britannico.
1904: L’Alta Volta è dichiarato colonia francese. Timor è ripartita fra portoghesi e olandesi.
1905: La Francia costituisce l’Obugai-Chari (attuale Centroafrica) in colonia. Dopo la soluzione delle controversie anglo-francesi e la vittoria riportata sul capotribù Samory Toirè, i francesi estendono la loro giurisdizione sul territorio guineano.
1906: Il sud-est della Nuova Guinea è ceduta all’Australia.
1907: Il Burundi è posto sotto protettorato tedesco.
1909: Conquista francese sulla Mauritania.
1910: Il Buthan è semi-protettorato dell’India. Il Congo e il Gabon diventano colonie francesi.
1911: Vengono costituite la Rhodesia del nord (attuale Zambia) e la Rhodesa del sud (attuale Zimbabwe).
1912: Il Marocco, la Mauritania e le Comorre sono occupate dalla Francia. Creazione del sahara spagnolo.
1914: Il Sudafrica conquista la Namibia. I protettorati inglesi della Nigeria vengono unificati e crea i protettorati sulla Nigeria, sull’Egitto e in Kawait. Annessione all’Inghilterra di Cipro. Occupazione giapponese sugli arcipelaghi tedeschi nel Pacifico. Occupazione australiana delle isole di Salomone, Buogainville e Buka.
1915: Il Burundi è occupato dal Belgio.
1916: Il Camerun è occupato da truppe francesi e inglesi.
1919: Le isole Marianne passano sotto mandato giapponese.
1920: Il Kenya diventa colonia inglese. Il Mali diventa Sudan francese. Le Samoa ccidentali passano sotto tutela neozelandese.
1921: Le zone tedesche della Nuova Guinea e di Salomone sono affidate dalla Società delle Nazioni all’Australia.
1922: Il Niger è dichiarato colonia francese. Il Ruanda è occupato dal Belgio.
1925: Cipro viene annessa alla Gran Bretagna.
1941: La Gran Bretagna riconquista la Somalia.
1944: Palau è conquistata dagli Stati Uniti.
1945: La Libia è amministrata in parte dalla Gran Bretagna e in parte alla Francia. Le isole Marianne sono sotto tutela delle Nazioni Unite che ne affidano l’amministrazione agli Stati Uniti. Il Camerun è suddiviso nuovamente in due zone d’influenza, sotto tutela inglese e francese. La tutela della Nuova Guinea ex tedesca all’Australia è confermata dall’ONU.
1976: Anguilla costituisce una dipendenza britannica.

Libro, La Monnier-Storia progetto modulare / Libro, Edizioni Bruno Mondatori- Il lavoro dell’uomo 2

Tags: , , , , ,