I primi regni della Mesoamerica

Il popolo che tracciò linee essenziali della tradizioni culturale mesoamericana fu quella degli Olmechi. Gli Olmechi abitavano in origine una regione piovosa e coperta di fitte foreste, che si affaccia sul Golfo del Messico. I primi gruppi di residenti nella zona si insidiarono attorno al 2.250 a.C., quando lungo il fiume Barà­, approfittavano delle risorse della palude. La cultura olmecca venne infatti considerata come la madre di tutte quelle dell’anti Messico, in quanto elaborò e portò a compimento principali scoperte, sia tecniche che artistiche, oltre alle strutture socio-religiose che caratterizzeranno l’intera storia della Mesoamerica. Alla fine del secondo millennio a.C. sorgono i primi centri cerimoniali olmeca, adornati con piramidi e palazzi costruiti intorno a piazze coperte con mosaici. Gli olmeca erano governati da re che erano serviti da guerrieri e cortigiani. Si ultima il processo da tribù a stato. Le sculture colossali in pietra, l’edificazione di centri cerimoniali pianificati, l’uso della piramide come base di tempio, una classe sacerdotale organizzata, il sacrificio umano, il calendario rurale, la scrittura grafica, il culto dell’uomo-giaguaro, sono tutte caratteristiche peculari di questa cultura.
I primi insediamenti in epoca Preclassica dei Maya (2000 a.C.-250 d.C.) si ubicano nelle foreste dello Yucatà¡n, nel Belize e sugli altipiani della costa dell’Oceano Pacifico, ricevendo l’influenza degli Olmechi che si erano spinti in quelle terre lontanissime alla ricerca di materiali preziosi come ossidiana e giada. Tra il Preclassico medio e tardo nascono le prime città -stato con architetture monumentali come Becà¡n, Uaxacutàºn, Dzibanchè, Cobà¡ e Edznà¡. Più a sud, nelle fertili valli dell’Oaxaca, sin dal 2000 a.C.. si erano stabiliti gli Zapotechi, che costruirono vari centri religiosi, il più importante dei quali fu Monte Albà n. Stimoli culturali di diversa provenienza (ma prevalentemente olmeca e azteca) si fusero integrandosi con la tradizione locale.
All’epoca del declino della civiltà zapoteca, intorno al X secolo, giunsero nella Valle di Oaxaca i Mixtechi, un popolo guerriero dalle grandi capacità artistiche. Dopo gli iniziali conflitti con la popolazione autoctona, i Mixtechi vissero pacificamente accanto agli Zapotechi e insieme cercarono di combattere gli invasori Aztechi che però ebbero la meglio, obbligando poi le popolazioni delle Sierre meridionali a pagare pesantissimi tributi. La città più autorevole dei Mixtechi era Mitla, costruita a valle e celebre per i suoi magnifici edifici decorati da fregi geometrici di pietra composti da più di 100.000 mattoncini. Gli Zapotechi e i Mixtechi definivano se stessi popolo delle nubi e parlavano tante lingue diverse.

Libro, Giunti- Arte precolombiana / Internet- Mondo Latino / Internet- Sapere

Tags: ,