Posts Tagged ‘ marx’

Benedetto Croce: lo storicismo assoluto

Verso la fine dell’800 si ricomincia a studiare Hegel nella scuola di Napoli. Tra i maggiori esponenti del neo hegelismo, possiamo ricordare Augusto Vera e Spaventa zio di Croce.
Croce nasce nel 1866 ma ben presto a causa di un incidente rimase orfano. Così in età ancora adolescenziale, fu accolto in casa dallo zio Spaventa. Ciò gli permise di entrare a contatto con personalità molto importanti e di conoscere pienamente il pensiero hegeliano.
Egli non fece mai parte della vita accademica; fu grande amico di Gentile, almeno fino a quando dopo l’avvento del fascism...

Marcuse Herbert

Nel 1922 un gruppo di intellettuali di orientamento marxista fondò a Francoforte “l’Istituto per la Ricerca Sociale”. Esso fu diretto dall’economista Kurt Gerlach, a cui successe nel 1924 il professore si scienze politiche Karl Grunberg, fondatore dell'”Archivio per la storia del socialismo e del movimento operaio”. Un impulso nuovo alla scuola di Francoforte fu impresso da Max Horkheimer quando nel 1930 fu nominato direttore. Nella “Rivista per la ricerca sociale” da lui fondata, venne elaborata la “teoria critica della società”...

Sociologia ed antropologia

Sociologia

Un tentativo di mettere ordine nel labirinto dei ruoli sociali fu compiuto nel 1951 da Parsons che li classificò in base a 5 tipi di caratteristiche:

* Alcuni esigono un certo controllo in situazioni caratterizzate da forti tensioni emotive, come l’infermiere, il medico, o l’impresario di pompe funebri.
* Altri sono basati su status ascritti come quello di figlio, adolescente, pensionato.
* Altri ancora sono più precisamente definiti e circoscritti, ad esempio i ruoli di medico e paziente si limitano agli aspetti c...

Karl Marx: il materialismo storico / dialettico

Karl Marx nasce nel 1811 a Treviri, figlio di avvocato ebreo ma che si sentiva tedesco, viene inscritto all’università ma non ebbe ottimi risultati. Si laureò con una tesi in filosofia “Sulle differenze tra la filosofia di Democrito e di Epicuro”. Si sposa, e scrive su dei giornali entrando in collaborazione con la sinistra hegeliana. Ogni suo scritto veniva censurato.
Gli offrono di collaborare con gli “annali Franco-tedeschi” e viene nuovamente censurato.
In Francia conosce Proudhon e si lega a Frederic Engels, benestante che lo mantiene. Viene ...

Feuerbach: umanesimo integrale

E’ la figura più importante della sinistra Hegeliana. Scrive “l’Essenza del Cristianesimo”. Parte con una critica al pensiero di Hegel.

Hegel ha visto l’uomo solo come testa, razionale; per egli l’uomo è tutto, dalla testa al calcagno, cioè nell’uomo oltre alla razionalità c’è la caducità, l’imperfezione.

Il suo pensiero è umanesimo integrale, guardare cioè tutto l’uomo. “l’uomo è ciò che mangia” la verità di un uomo è soddisfare i suoi bisogni fisiologici. Dobbiamo anzitutto soddisfare i bisogni dell’uomo.

L’uomo si presenta co...

Persiani: gli Achemenidi

Questo nome trae la sua origine dal primo re persiano Achemene che fondò il principato nel 700 a.C.. Da questi successero Ciro I, Cambise I, che rafforzarono il regno. Seguirono poi questi sovrani, di cui si riportano i caratteri salienti:

Ciro II (detto il Grande) (559-530 a.C.) – in breve tempo conquistò la Media al nonno Astyage, l’Assiria, la Lidia e tutta l’Asia Minore. Senza combattere, ma con un’abile politica di propaganda, sottomise Babilonia, approfittando della particolare strategia politica del sovrano babilonese Nabonedo, che al culto d...

Cinesi: la musica cinese

La tradizione fissa gli inizi della storia della musicale cinese alla data precisa del 2697 a.C., ma le prime testimonianze archeologiche di interesse musicale risalgono a non prima del secondo millennio a.C.

Si tratta di reperti attinenti alla dinastia Shang (1766-1122 a.C.): consistono in frammenti di osso incisi, sui quali sono riportati responsori oracolari, la cui espressione ideografica contiene segni interpretabili come raffigurazioni di tamburi o di altri strumenti musicali.

Le scritture superstiti della successiva dinastia Chou (1122-221 a.C.) contengono, invece, rife...

Cinesi: la pittura cinese

In Cina, sin dal suo nascere, si è sottolineato l’aspetto didattico della pittura, vista come strumento capace di educare e sviluppare quei valori che regolano i rapporti umani. Nulla quanto la pittura riflette la storia dell’anima cinese, perché il pittore in Cina non era solo un artista di professione ma un filosofo, un saggio. Per questo i Cinesi consideravano la pittura “la perfezione del sapere”, l’espressione del livello culturale e dell’integrità morale di un pittore. Per Shi Tao (1642-1718) “la pittura obbedisce all’inchiostro, l...

Cinesi: la letteratura cinese

Non si può parlare della letteratura cinese antica prescindendo dall’opera di Confucio, non solo per quello che egli stesso ci ha lasciato nel campo letterario ma soprattutto per la sua attività di raccoglitore di composizioni antiche in prosa e in poesia che egli riteneva fosse necessario conoscere per acquistare le virtù.
Nei Wujing “Cinque libri” si ritiene che Confucio abbia raccolto i testi già esistenti, filtrando ed escludendo quelle composizioni che non si accordavano con la sua dottrina. I “Cinque libri” raccolgono così quanto di più antico...

Cinesi: Mao Tse Tung

MAO TSE-TUNG nasce il 26 dicembre 1893 nel villaggio di Shaosha, nel 1911 entra nell’esercito repubblicano e intanto intraprende gli studi magistrali.
Nel 1918 ottiene il diploma magistrale e insegna in una scuola serale. Nel 1921 entra a far parte del PCC (il Partito Comunista cinese) ,nel settembre del 1922 Mao e Liu Shaoqi organizzano lo sciopero dei minatori di Anyuan. Per questo nel 1923 Zhao Hengti ordina l’arresto di Mao, che abbandona il Hunan, continua ad appoggiare il movimento contadino, organizzando “l’insurrezione del Raccolto d’Autunno ̶...